Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci

Condizioni di sicurezza a scuola

Al fine di dirimere dubbi ed evitare allarmismi in merito alla situazione epidemiologica del nostro Istituto, si comunica la procedura che l’Istituto è tenuto a seguire, ed ha seguito, in caso di positività al COVID-19 di un alunno o di un operatore scolastico:

  • Ogni Scuola ha uno o più referenti COVID chiamati a gestire le situazioni sospette e/o i casi di positività al COVID-19 all’interno della scuola e a rapportarsi con i DdP dell’ASL.
  • I casi ACCERTATI di positività al Covid-19 vengono comunicati al DdP territorialmente competente unitamente ai nominativi degli eventuali contatti stretti avvenuti nelle 48 ore precedenti.

IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE (DdP)
− effettua l’indagine epidemiologica;
− informa, in collaborazione con il dirigente scolastico, le famiglie dei bambini/studenti individuati come contatti stretti e predispone una informativa per gli utenti e lo staff della scuola;
− pone i contatti stretti in quarantena per 14 giorni (in base all’ultima comunicazione per 10 giorni) dalla data dell’ultimo contatto con il caso confermato.
− avvisa il medico curante dei contatti stretti;
predispone la sanificazione degli ambienti in caso di positività;
− decide su eventuali chiusure parziali o totali della scuola;
− esegue tamponi di controllo;
–  decide la strategia più adatta circa eventuali screening al personale scolastico e agli alunni;
– effettua la sorveglianza attiva dei soggetti fragili in accordo con PLS e MMG;

La valutazione dello stato di contatto stretto è di competenza del DdP e le azioni sono intraprese dopo una valutazione della eventuale esposizione. Se un alunno/operatore scolastico risulta COVID-19 positivo, il DdP valuterà di prescrivere la quarantena a tutti gli studenti della stessa classe e agli eventuali operatori scolastici esposti che si configurino come contatti stretti. La chiusura di una scuola o parte della stessa dovrà essere valutata dal DdP in base al numero di casi confermati e di eventuali cluster e del livello di circolazione del virus all’interno della comunità. Un singolo caso confermato in una scuola non dovrebbe determinarne la chiusura soprattutto se la trasmissione nella comunità non è elevata.

Si sottolinea che, qualora un alunno risultasse contatto stretto di un contatto stretto (ovvero nessun contatto diretto con il caso), non vi è alcuna precauzione da prendere a meno che il contatto stretto del caso non risulti successivamente positivo ad eventuali test diagnostici disposti dal DdP e che quest’ultimo abbia accertato una possibile esposizione.

COSA  FA LA SCUOLA

  • La scuola ha elaborato un protocollo di sicurezza e prevenzione consultabile qui.
  • Gli operatori scolastici sanificano i locali prima dell’entra degli alunni,  dopo l’uscita degli alunni  e durante l’orario scolastico (corridoi, bagni e aree comuni) con macchinari dedicati, acquistati dalla scuola, e con i sanificanti previsti dalle linee guida ministeriali.  In caso di classi in isolamento o quarantena le relative aule sono chiuse e sanificate con i suddetti macchinari e sanificanti seguendo la seguente procedura:
    • Chiudere le aule utilizzate dalla persona positiva fino al completamento della sanificazione.
    •  Aprire porte e finestre per favorire la circolazione dell’aria nell’ambiente.
    • Sanificare (pulire e disinfettare) tutte le aree utilizzate dalla persona positiva, aule,  bagni e aree comuni.
    • Continuare con la pulizia e la disinfezione ordinaria
  • Per la classi in quarantena o isolamento fiduciario viene attivata la DDI (didattica digitale integrata) come previsto da regolamento d ‘Istituto consultabile qui.

COSA NON PUÒ FARE LA SCUOLA
– Non può comunicare i nominativi degli studenti o del personale positivo o sospetto positivo al COVID 19;
– Non può pubblicare sul sito web, social ecc  notizie riguardanti dati sensibili (come quelli sanitari) relativi (o che possano ricondurre) ad alunni, classi o personale scolastico.

La scuola invita le famiglie alla tranquillità e gli alunni alla frequenza in quanto tutti i protocolli di sicurezza sono rispettati e tutte le misure di sicurezza previste sono adottate. La scuola è un luogo sicuro, pulito e sanificato e gli alunni ed il personale possono frequentarla in sicurezza.

Sono invece da evitare gli assembramenti all’esterno della scuola così come  è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine anche all’esterno della scuola, come previsto da ordinanze regionali e nazionali.

In ogni caso è stata già prevista, a spese dell’Istituzione Scolastica, ad ulteriore tranquillità delle famiglie, una sanificazione straordinaria e derattizzazione che sarà eseguita da una ditta specializzata in tempi brevissimi.

La mensa ripartirà in condizioni di sicurezza secondo le indicazioni dell’ASL e come previsto dalle linee guida ministeriali, così come avverrà in tutte le altre scuole del territorio, della regione e dello stato.

I genitori tutti sono invitati alla tranquillità e alla lucidità, a collaborare con l’istituzione e ad assicurare la frequenza dei figli anche in questo momento difficilissimo da cui sicuramente usciremo tutti più forti.

Torna su